FLESSIBILITÀ

Modularità oraria-didattica, Multidisciplinare

Finalità della flessibilità:

  1. permettere agli studenti che manifestano un grado di padronanza eccellente della disciplina di frequentare un gruppo di apprendimento adeguato  al loro livello;

  2. permettere agli studenti in difficoltà di essere seguiti in un piccolo gruppo;

  3. mettere lo studente in grado di affrontare lo studio di alcune discipline in modo intensivo e concentrato per non disperdere il filo conduttore dell’apprendimento in caso di discipline con un numero esiguo di possibile monte ore settimanale;

  4. realizzare moduli multidisciplinari aggregando contenuti e competenze trasversali al fine di utilizzare al meglio la risorsa tempo ed esercitare anche la capacità di utilizzare più discipline per l’analisi di uno stesso problema (Laboratorio di Progettazione, Modulo di Area di Progetto);

  5. realizzare nell’area scientifica un progetto cognitivo sequenziale, non ripetitivo delle competenze al fine di ottimizzare l’efficacia del processo di insegnamento/apprendimento delle discipline;

  6. organizzare il processo insegnamento/apprendimento secondo un percorso strutturato, mirato al conseguimento delle competenze specifiche, condiviso e comprendente al suo interno un già delineato segmento di recupero; (Dirigente Scolastico, Docenti, Consigli di Classe)

  7. snellire il curricolo concentrando l’impegno dello studente su un minor numero di discipline alternandole periodicamente (Proposta Sperimentale da elaborare);

Articolazione flessibile del gruppo classe per livelli di apprendimento

FINALITÀ:

  1. diversificare le modalità di insegnamento;

  2. sostenere lo sviluppo della metacognizione e della relazione studente-docente;

  3. recuperare le carenze;

  4. valorizzare le eccellenze;

  5. utilizzare le nuove tecnologie didattiche a sostegno dello sviluppo cognitivo e dell’autonomia dello studente;

  6. diversificare la proposta formativa;

OPERATIVITÀ:

  1. Docenza in parallelo con suddivisione del gruppo classe in 2 livelli finalizzata al recupero delle carenze ed alla valorizzazione delle eccellenze

  2. Docenza in parallelo per la realizzazione di applicazioni informatiche e tecnologiche

  3. Docenza in parallelo  per la realizzazione di attività di laboratorio

  4. Docenza in parallelo  con la ridistribuzione di tutti gli allievi delle classi di uno stesso livello per  l’insegnamento di eventuali discipline integrative, ma a scelta (proposta -area di integrazione)

  5. Docenza in parallelo per la realizzazione di moduli pluridisciplinari

Flessibilità gruppo classe CONTRATTO -FORMATIVO

DESTINATARI
  • Studenti promossi con debito formativo
OBIETTIVI
  • Innalzare il successo scolastico dello studente con difficoltà
DURATA
  • Intero anno scolastico
REALIZZATORI
  • Dirigente scolastico, docenti, studenti e familiari
Attività Moduli didattici per il recupero delle carenze riscontrate
AUTOVALUTAZIONE
  • Numero studenti promossi con debito formativo che ottengono il successo scolastico


MODULARITÀ DIDATTICA

  1. Progettazione modulare delle discipline

  2. Esplicitazione delle competenze di modulo

  3. Strutturazione di ciascun modulo in Unità Didattiche

  4. Valutazione formativa in itinere al fine di calibrare il processo insegnamento/apprendimento

  5. Verifica Sommativa di fine modulo = 1^ valutazione finale

  6. Recupero delle carenze e/o valorizzazione delle eccellenze

  7. Per gli studenti insufficienti alla prima valutazione finale, somministrazione della Verifica Sommativa di Recupero e/o 2^ valutazione finale

  8. Certificazione del credito o debito con comunicazione alla famiglia dei risultati tramite Scheda di Certificazione o  (eventuale) Libretto dello Studente

Modularità multidisciplinare

DESTINATARI
  • Studenti del Liceo Medi
REALIZZATORI
  • Docenti del Consiglio di Classe
OBIETTIVI
  • Approccio problematico e multidisciplinare agli argomenti
  • Ruolo attivo dello studente nella realizzazione dell’attività didattica con docente nella funzione di tutor
  • Utilizzo razionale  delle continue intersezioni tra le discipline
  • Sperimentazione della didattica modulare nel contesto anche delle nuove normative dovute all’autonomia
DURATA Modulo di 30/40 ore a partire da……(indicazione del C.di C.)
VERIFICA Realizzazione del progetto previsto

 

CERTIFICAZIONI (Progetto)

La Certificazione è l’operazione valutativa che attesta il livello raggiunto rispetto a specifiche competenze previste dal modulo, dalla disciplina, in generale dall’attività svolta dallo studente.

  1. Nel nostro istituto tutte le attività svolte dallo studente, curricolari e non, saranno certificate.

  2. La certificazione è affidata al docente ed è condivisa dallo studente in quanto vengono esplicitate le competenze e relativi criteri valutativi

  3. La certificazione viene espressa con un voto riferito alle competenze descritte in modo da renderle univocamente interpretabili e comparabili

  4. Ogni competenza acquisita e certificata rappresenta un credito formativo che entra a far parte del curricolo dello studente

  5. Dall’anno 2003-2004 per la lingua inglese e per l’informatica vengono certificate le competenze acquisite con la certificazione TRINITY (inglese), MOS (Microsoft Office Specialist) Informatica riconosciute a livello europeo. ( stipula del protocollo di intesa)

  6. Per il PrOF la certificazione valida per il credito formativo viene rilasciata dall’Università Federico II