REGOLAMENTO DEI VIAGGI E DELLE VISITE DI ISTRUZIONE

Vengono indicati come viaggi di istruzione le uscite di una o più classi, che si svolgono nell'arco di una o più giornate; come visite di istruzione le uscite di una o più classi che si svolgono in orario scolastico in musei, mostre e quant'altro rientri nell'attività culturale legata all'indirizzo scolastico e che possa far parte a pieno titolo delle attività didattiche dell'anno scolastico frequentato dalla classe.

Il Consiglio di Istituto darà la propria autorizzazione o meno, nella prima seduta utile, alle richieste che perverranno dai Consigli di Classe che avranno deliberato i viaggi di istruzione attinenti ai vari programmi.

Per le visite l'autorizzazione del Consiglio di Istituto è necessaria solo se sono previsti costi di trasporto.

Qualora le richieste rivestano carattere di urgenza, il Consiglio di Istituto delega la Giunta a deliberare in materia.

I viaggi di istruzione devono rientrare nella programmazione del Consiglio di Classe; le visite devono essere autorizzate dai docenti cui viene a mancare la classe e, per gli studenti minorenni, dalla famiglia.

I viaggi di istruzione comportano l'uscita da uno a più giorni (massimo sei) così suddivisi per classi:
classi prime: gg.1
classi seconde: gg.1
classi terze e quarte: gg. 3-4
classi quinte: max gg.  6
Per le sole classi quinte sono previsti viaggi all'estero, non tralasciando città e località di grande interesse artistico, storico e culturale della nostra nazione.

Il Collegio dei Docenti nominerà nella sua prima seduta tre docenti che formeranno la Commissione Viaggi. La commissione sarà composta : 1 F.S. gestione del POF ; 1 F.S. area alunni; 1 F.S. rapporti con EE.  Questa, dopo le sedute dei Consigli di Classe nelle quali verranno deliberate le mete, raccoglierà tutte le indicazioni e chiederà alle agenzie di viaggia, di affidata e collaudata esperienza, nel rispetto de Capitolato di appalto deliberato dal Consiglio di Istituto, i relativi preventivi di spesa che sottoporrà, in tavola riassuntiva, al Consiglio di Istituto per l'approvazione.

Tutti i viaggi delle classi si svolgeranno nei periodi indicati nel calendario delle attività scolastiche approvato ad ogni inizio di anno dal Collegio dei docenti e dal Consiglio di istituto.

I viaggi di istruzione non potranno effettuarsi in coincidenza con particolari periodi dell'attività istituzionale della scuola (elezioni scolastiche, scrutini). E’ possibile (ma opportuno evitare) organizzare i viaggi in prossimità di festività che comportano la sospensione delle lezioni per un lungo periodo (Natale, Pasqua).

Per poter effettuare il viaggio di istruzione i partecipanti devono essere almeno il 50% della classe. Per le visite di istruzione l'intera classe. Deroghe in entrambi i casi possono essere concesse solo dal Consiglio di Istituto o dal Dirigente Scolastico.

I docenti accompagnatori devono essere in numero di 1 ogni 15 alunni o frazione e preferibilmente appartenere alla classe interessata. Per i viaggi all'estero almeno uno dei docenti accompagnatori deve avere padronanza di una lingua internazionale (inglese e/o francese).

Lo stesso docente può partecipare a più di un viaggio di istruzione nell'arco dell'anno scolastico purché non superi i sei giorni complessivi di assenza dalla scuola. Eventuali deroghe potranno essere concesse solo ai docenti la cui presenza sia necessaria per le finalità stesse dal viaggio e, preferibilmente, nell'ambito di viaggi in Italia e saranno concesse dal Dirigente Scolastico.

Ogni visita o viaggio di istruzione presuppone la preparazione della classe da parte dei docenti, accompagnatori e non, fornendole tutti gli elementi necessari per il buon esito culturale dell'iniziativa.

Entro 15 giorni dal rientro il docente accompagnatore dovrà presentare al Capo di Istituto dettagliata relazione sul viaggio e alla Commissione Viaggi scheda riassuntiva sui servizi forniti dall'agenzia di viaggio.

Tutte le spese sono a carico dei partecipanti.

Il Consiglio di Istituto può decidere di assegnare ad uno o più studenti in condizioni economiche disagiate le gratuità previste dal Capitolato di appalto.

In caso di particolari esigenze al viaggio di istruzione possono partecipare anche i genitori di studenti purchè la cosa non comporti oneri a carico dell'Amministrazione scolastica (C.M. 253 del 14/8/91).

I docenti accompagnatori oltre ad interessarsi di quanto segnalato ai punti 7 e 8 dovranno anche avere cura di compilare tutte le schede per la preparazione del viaggio che verranno fornite loro dalla Commissione.
La Commissione in collaborazione con il DSGA terrà i contatti con l'agenzia prescelta dal Consiglio di Istituto per i vaucher, i biglietti, le polizze assicurative ecc., fornendo, al momento della partenza, tutta la documentazione necessaria al docente accompagnatore.
Per quanto riguarda le visite saranno gli stessi docenti promotori supportati dai docenti della Commissione ad interessarsene, fatta eccezione per il servizio pullman.

Tutti i cedolini di versamento e l'elenco nominativo degli alunni partecipanti dovranno pervenire alla Segreteria Amministrativa entro 40 giorni prima della partenza. Detti cedolini verranno raccolti dai rappresentanti di classe e consegnati al docente accompagnatore o al docente coordinatore di classe.

Gli studenti durante il viaggio o visita di istruzione, sono tenuti alla correttezza disciplinare e al rispetto delle indicazioni date dai docenti accompagnatori per l'efficacia del programma stabilito. In caso contrario saranno passibili di interventi disciplinari.

Le classi che partecipano agli scambi culturali non potranno partecipare ai viaggi di istruzione e viceversa; e dovranno comunque attenersi alle indicazioni orientative del Collegio dei Docenti.

Per quanto riguarda i viaggi in aereo, si devono utilizzare voli di linea o comunque di vettore I.A.T.A..
I viaggi possono essere effettuati anche in pullman purchè siano rispettate le indicazioni ministeriali in materia.

Per quanto non esplicitamente previsto dal presente regolamento, si fa riferimento alla C.M. 291 del 14/10/92.

Regolamento visite d'istruzione

(delibera del Consiglio d’Istituto del _________________)

1. Le visite guidate e i viaggi d’istruzione per i caratteri d’interesse culturale e professionale che rivestono e in considerazione delle finalità educative che perseguono, fanno parte integrante della programmazione didattica di ciascuna classe

2. Entro il mese di ottobre la commissione preposta, tenuto conto delle proposte scaturite da docenti promotori e dai consigli di classe iniziali predisporrà, a titolo orientativo, una rosa di possibili visite e viaggi d’istruzione. Il primo consiglio di classe aperto a tutte le componenti di novembre, all’interno della programmazione didattica, anche sulla base della rosa predisposta dalla apposita commissione individuerà le visite e i viaggi da effettuare dopo averne verificato la coerenza con il P.O.F e le condizioni di economicità volte a favorire la più ampia partecipazione della classe. In tale sede si formalizzeranno anche i nominativi dei docenti accompagnatori e degli eventuali sostituti.

3. La commissione preposta, dopo avere ottenuto il visto di congruenza rispetto alle norme vigenti da parte del dirigente scolastico, curerà gli aspetti organizzativi in collaborazione con l’eventuale docente promotore e col docente accompagnatore. Il coordinatore della commissione raccoglierà dai docenti promotori e/o accompagnatori e/o coordinatore di classe tutta la documentazione necessaria (v. punto 16) per la successiva ratifica, ove necessario, da parte del consiglio d’istituto.

4. Nel corso dell’anno scolastico le classi prime e seconde potranno effettuare solo visite guidate di un giorno, senza pernottamento, per un massimo di n. 2 visite. Le classi del terzo e quarto anno potranno effettuare viaggi d’istruzione che prevedano pernottamento, per un massimo di tre o quattro giorni e limitatamente al territorio nazionale. Le classi  quinte  potranno effettuare viaggi d’istruzione per un massimo di cinque giorni, anche all’estero, in paesi non a rischio.

5. Il docente accompagnatore  potrà partecipare soltanto ad un viaggio d’istruzione, qualora esso si svolga in più giorni. E’ compito del docente accompagnatore o del coordinatore di classe far pervenire al coordinatore della commissione preposta, entro la prima decade di dicembre, la documentazione relativa comprensiva di destinazione, giorni ipotizzati, n° degli allievi e programma del viaggio insieme con la richiesta su apposito modulo.

6. I versamenti in acconto dovranno essere effettuati preliminarmente alla prenotazione del viaggio con l’agenzia, i versamenti a saldo entro e non oltre la settimana che precede il viaggio e comunque non oltre il termine fissato dall’agenzia per il saldo medesimo. Essi dovranno essere effettuati sull’apposito c.c.p. di transito intestato all’istituto  (i bollettini verranno distribuiti dalla segreteria alunni). Per i viaggi di un solo giorno si provvederà con unico versamento per classe a cura del docente accompagnatore; per i viaggi di più giorni ogni alunno provvederà a versare distintamente l’acconto e il saldo.

7. Le visite guidate previste nell’ambito dell’orario scolastico e in territorio del comune o dei comuni contigui sono autorizzate dal dirigente scolastico previa comunicazione scritta da parte del docente promotore controfirmata dai docenti del consiglio di classe, almeno cinque giorni lavorativi prima dell’uscita qualora coinvolgano ore di altri insegnanti.

8. Le visite guidate che richiedono l’intera giornata saranno autorizzate previa approvazione del Consiglio di classe.

9. Le visite e i viaggi d’istruzione proposte dai consigli di classe che superino la durata di un giorno saranno autorizzate previa approvazione del consiglio d’istituto.

10. Le visite e i viaggi d’istruzione saranno effettuati per quanto possibile con abbinamenti per classi parallele e nel periodo che intercorre tra la seconda decade di febbraio e entro il mese di Aprile.
Eventuali deroghe potranno essere concesse in caso di avvenimenti di particolare rilievo (mostre, esposizioni, spettacoli teatrali e cinematografici, eventi culturali) la cui realizzazione è prevista in periodi diversi. In ogni caso non potranno essere autorizzate visite e viaggi d’istruzione nell’ultimo mese di scuola, salvo che per le attività sportive e per quelle collegate all’educazione ambientale o in caso di eccezionalità documentata.

11. L’autorizzazione alla visita e al viaggio d’istruzione non potrà essere concessa se, all’atto della prenotazione, non sarà assicurata la partecipazione di almeno il 50% della classe. Compito precipuo dei consigli di classe e dei promotori è proporre mete e itinerari che garantiscano una partecipazione generalizzata, condizione necessaria per il conseguimento delle finalità didattico-culturali dell’iniziativa.

12. L’adesione all’iniziativa da parte dell’alunno comporta l’obbligo di partecipazione e il pagamento dell’intera quota. L’eventuale rinuncia, dovuta a sopravvenuta impossibilità per gravi motivi che dovranno essere debitamente certificati, potrà comportare il pagamento dell’eventuale penale richiesta dall’agenzia.

13. E’ necessaria la presenza di un accompagnatore della classe ogni quindici alunni e di un docente di sostegno ogni due allievi portatori di handicap. Nel caso di handicap grave o su richiesta della famiglia l’alunno potrà essere accompagnato da uno dei familiari con oneri finanziari a proprio carico. In relazione a particolari situazioni il consiglio di classe potrà deliberare la presenza di un accompagnatore aggiuntivo. Nel caso di viaggi con classi abbinate deve essere garantita la presenza di almeno un accompagnatore appartenente a ciascuna delle classi coinvolte. I docenti accompagnatori dovranno essere indicati contestualmente alla promozione dell’iniziativa insieme con l’eventuale sostituto. Eventuali spese per coperture assicurative per responsabilità civile verso terzi dei docenti titolari di obblighi di vigilanza sugli alunni non possono essere sostenute a carico della scuola (c.m. n. 36/95)

14. Per i viaggi all’estero deve essere garantita la presenza di almeno un accompagnatore con buona conoscenza della lingua del paese da visitare o di una lingua parlata diffusamente nel paese stesso; è opportuna la presenza di una guida locale con conoscenza della lingua italiana.

15. Al fine di assicurare la massima sicurezza dei partecipanti per le lunghe percorrenze è preferibile l’uso del treno pur non escludendo l’uso del mezzo aereo o autobus ove risulti concorrenziale nel rapporto tempi/costi. Non saranno autorizzati viaggi in pullmann in orario notturno. Non sarà altresì autorizzata la partecipazione al viaggio di persone non facenti parte delle componenti d’istituto, salvo non si tratti di esperti appositamente autorizzati dal consiglio d’istituto e familiari che accompagnino portatori di handicap. Il DS ha la facoltà di autorizzare la partecipazione al viaggio a familiari dei docenti accompagnatori, nessun onere deve essere a carico della scuola.

16. La documentazione fondamentale da acquisire agli atti per ogni visita o viaggio d’istruzione della durata di uno o più giorni riferiti ai sensi della c.m.. 291/1992 a viaggi d’integrazione culturale che hanno finalità essenzialmente cognitive di aspetti vari, è la seguente:
a) a cura del docente promotore e/o accompagnatore:
- elenco nominativo degli alunni partecipanti per classe
- assenso di chi esercita la potestà familiare per gli alunni minorenni ed eventuali dichiarazioni riguardanti problemi di salute
- dichiarazione di assunzione di responsabilità dell’accompagnatore
- eventuale richiesta dei familiari degli alunni portatori di handicap
- ricevute dei versamenti effettuati
- delibera del consiglio di classe
b) a cura della commissione preposta
- preventivo di spesa e indicazione della quota a carico di ciascun alunno
- programma analitico del viaggio e relazione illustrativa degli obiettivi culturali e didattici
- prospetto comparativo delle offerte di almeno tre agenzie interpellate
- certificazioni varie riguardanti il mezzo di trasporto da utilizzare
- polizze assicurative contro gli infortuni degli alunni

17. La documentazione fondamentale da acquisire agli atti, almeno cinque giorni prima della data prevista, per ogni visita guidata della durata massima di un giorno riferita ai sensi della c.m.. 291/1992 a visite guidate che si effettuano nell’arco di una sola giornata presso musei, gallerie, monumenti, mostre, località d’interesse storico artistico, parchi naturali, partecipazione ad eventi culturali, ecc. è la seguente:
a cura del docente promotore e/o accompagnatore:
- elenco nominativo degli alunni partecipanti per classe
- assenso di chi esercita la potestà familiare per gli alunni minorenni ed eventuali dichiarazioni riguardanti problemi di salute
- dichiarazione di assunzione di responsabilità dell’accompagnatore
- dichiarazione del consiglio di classe
- richiesta entro cinque giorni lavorativi
- eventuale richiesta dei familiari degli alunni portatori di handicap
- ricevute dei versamenti effettuati
- preventivo di spesa e indicazione della quota a carico di ciascun alunno
- programma analitico del viaggio e relazione illustrativa degli obiettivi culturali e didattici
- polizze assicurative contro gli infortuni degli alunni
Tutti i moduli potranno essere richiesti alla commissione.

18. Per quanto non espressamente indicato si fa riferimento alla normativa vigente