Permessi per uscite anticipate

Eventuali permessi di uscita anticipata saranno accordati solo per motivi eccezionali (visite mediche, analisi cliniche, motivi personali, ecc..) e su richiesta di un genitore (anche per i maggiorenni, in mancanza di disposizioni scritte diverse, da parte dei genitori o di chi ne fa legalmente le veci ; è auspicabile che le uscite anticipate vengano richieste con moderazione e solo per cause strettamente necessarie                                                                                                                                            
I minorenni avranno l'autorizzazione di uscire solo in presenza di uno dei genitori o di chi ne fa legalmente le veci.

Le richieste di uscita anticipata devono essere registrate, sia per i minorenni che per i maggiorenni, sugli appositi spazi del libretto delle giustificazioni e del registro di classe.                                                           

I permessi saranno concessi dal Dirigente o da un suo delegato che ne valuterà l’esigenza.

Permessi per problemi di trasporto

Gli alunni con particolari e documentati problemi relativi agli orari dei mezzi pubblici di trasporto che intendono richiedere permessi di uscita permanente devono presentare domanda firmata da un genitore, ritirando l’apposito modulo dalla segreteria alunni. Alla domanda è necessario allegare le informazioni circa i mezzi di trasporto utilizzati, la destinazione e gli orari in fotocopia. I permessi verranno accordati solo a quegli alunni che devono utilizzare l'unico mezzo di trasporto pubblico per il rientro o che devono aspettare il mezzo successivo o la coincidenza oltre 50 minuti.

Ora alternativa all’insegnamento della religione

Gli alunni che, all’atto dell’iscrizione, hanno comunicato di non avvalersi dell'ora di Religione possono richiedere lo svolgimento di attività didattiche alternative, oppure possono utilizzare l'ora per attività di studio presso la biblioteca dell'Istituto o altra aula appositamente predisposta; possono altresì richiedere di uscire dall'Istituto

La richiesta di uscita dall’Istituto, mediante domanda sottoscritta dai genitori, deve essere presentata alla segreteria alunni. L’accoglimento è disposto dal Dirigente Scolastico o da un suo delegato.

Comportamento in caso di malore

Qualora un'alunna o un alunno siano colti da malore verranno accompagnati, se necessario, dal personale ausiliario nella sala infermeria; verrà immediatamente avvisata la segreteria alunni. Trascorsi quindici minuti, se lo stato di malessere permane o appare di notevole entità, la segreteria alunni provvederà ad avvisare la famiglia telefonicamente. Nel caso che questa non sia reperibile o disponibile a raggiungere l'alunno a scuola, questi sarà riaccompagnato in classe non appena le sue condizioni migliorino.

In ogni caso, qualora il malessere sia tale da richiedere urgentemente l'ausilio di una consulenza medica, l'Istituto chiamerà il servizio di emergenza (118). Analogo intervento sarà richiesto in caso di incidente. Su eventuale prescrizione medica sarà ricoverato presso il Pronto Soccorso. La scuola si attiverà per informare la famiglia che, per questo scopo, potrà fornire un numero di immediata reperibilità.

Gli alunni che soffrono di particolari patologie possono depositare in busta chiusa - presso la segreteria alunni – le informazioni sanitarie da comunicare al medico del Pronto Intervento.

Autogestione ed occupazione

Le manifestazioni di protesta degli alunni che si concretizzano nell’autogestione dell’attività didattica e nell’occupazione dell’istituto non possono essere autorizzate dal Dirigente Scolastico. Tali fenomeni possono configurare violazione della legge penale ai sensi dell’art. 340 del Codice Penale (interruzione di un ufficio o servizio pubblico o di un servizio di pubblica necessità).

Non rientrano in questa fattispecie le giornate dello studente organizzate facendo ricorso alle ore destinate alle assemblee d’istituto.

SCIOPERO DEL PERSONALE DELLA SCUOLA

In caso di sciopero o di assemblea sindacale del personale docente la scuola declina ogni responsabilità civile e penale qualora gli studenti vengano congedati prima del termine delle lezioni. Qualora l'Istituto fosse impossibilitato a provvedere diversamente, le classi potranno essere dimesse dalla penultima ora di lezione.