Assegnazione crediti scolastici e formativi

nelle classi del triennio per l’esame di stato
(DM. 99/09)
TABELLA A (per gli alunni delle classi quarta e quinta)
Media dei voti
Credito scolastico (Punti)
I anno
II anno
III anno
M = 6
3-4
3-4
4-5
6 < M ≤ 7
4-5
4-5
5-6
7 < M ≤ 8
5-6
5-6
6-7
8 < M ≤10
6-8
6-8
7-9

TABELLA B (per gli alunni della classe terza)
Media dei voti
Credito scolastico (Punti)
 
I anno
II anno
III anno
M = 6
3-4
3-4
4-5
6 < M ≤ 7
4-5
4-5
5-6
7 < M ≤ 8
5-6
5-6
6-7
8 < M ≤ 9
6-7
6-7
7-8
9 < M ≤ 10
7-8
7-8
8-9
Delibera del Collegio dei Docenti:
  1. media voti superiore a 6,5; si attribuisce il massimo della banda di oscillazione (3° anno 5 punti,
    4° anno 5 punti, 5° anno 6 punti);
  2. media voti superiore a 7,5; si attribuisce il massimo della banda di oscillazione (3° anno 6 punti,
    4° anno 6 punti, 5° anno 7 punti);
  3. media voti superiore a 8,5; si attribuisce il massimo della banda di oscillazione (3° anno 7 punti,
    4° anno 7 punti, 5° anno 8 punti);
  4. media voti superiore a 9,5; si attribuisce il massimo della banda di oscillazione (3° anno 8 punti,
    4° anno 8 punti, 5° anno 9 punti);
Possono aspirare al massimo della banda di appartenenza gli alunni con media voti 6,0/6,5- 7,0/7,5 e 8,0/8,5 se sono in possesso di attestati di credito formativo extrascolastico o attività interne ( PON, POF) e siano stati assidui nella frequenza ed abbiano mostrato interesse al dialogo didattico- educativo.
Il CREDITO SCOLASTICO va espresso in numero intero.
Modalità di assegnazione del CREDITO SCOLASTICO
All’interno della fascia di punteggio in cui lo studente si colloca una volta calcolata la media dei suoi voti vanno presi in considerazione:
1) Assiduità della frequenza, interesse, impegno nella partecipazione ai dialoghi educativi

2) Partecipazione certificata ad attività complementari e integrative gestite dalla scuola
(crediti scolastici) (vedi esplicitazione successiva)

3) Acquisizione certificata di crediti formativi (in attività non gestite dalla scuola) (vedi
esplicitazione successiva).

Esplicitazione attività di cui al punto 2 (attività complementari e integrative gestite dalla scuola):
-stage lavorativi in Italia o all'estero;
-corsi di lingua straniera (almeno 60 ore extracurricolari a vari livelli svolte in più anni)
-corsi P.O.N. per una durata complessiva di almeno 30 ore;
-progetti fondo istituto per una durata di almeno 30 ore.

Esplicitazione attività di cui al punto 3 (attività NON gestite dalla scuola):

Punteggi aggiuntivi, per crediti formativi che siano: “qualificata esperienza, debitamente documentata rilasciata da enti riconosciuti (stato, regione, provincia, comune).
-Esperienze di stages qualora nell'attestato rilasciato da chi di competenza risulti che l'attività svolta dallo studente sia coerente con il curricolo e abbia avuto la durata complessiva di almeno 3 settimane con orario completo;
-Attività sportiva a livello agonistico (partecipazione a campionati federali);
-Attività qualificanti per lo sviluppo della persona, solo in caso di attività non episodiche ma svolte in modo consistente e continuativo quali:
-Attività di volontariato all’interno di organismi riconosciuti a livello nazionale o fortemente rappresentativi a livello regionale..
-Attività artistico-espressive quali:
-Studio di uno strumento musicale all’interno di una scuola di musica o corso documentato da superamento di esame, attività in gruppi corali, formazioni musicali o bandistiche;
-Scuola di recitazione o appartenenza ad una compagnia teatrale;
-Appartenenza a gruppi folkloristici che si impegnano nel recupero delle tradizioni;
-Frequenza ad un corso formazione nelle arti figurative (pittura, scultura, fotografia, ..) per almeno 30 ore.
La documentazione per tutte le attività che concorrono al credito scolastico (punti 2 e 3) dovrà certificare:
-la continuità della presenza e il numero delle ore impegnate per un minimo di 30 ore;
-la descrizione sintetica della presenza (ovvero l'attività svolta);
-gli obiettivi raggiunti certificati.

Nel credito scolastico è computata la partecipazione ai maggiori organi collegiali degli istituti e della scuola: Consiglio di Istituto, Consulta Provinciale, Giunta Comitato Studentesco. (per essere valutata lo studente dovrà presentare idonea certificazione)